×

RACCONTACI LA TUA STORIA

VISITA LA PAGINA FACEBOOK

Facebook Viverlatutta
DIARIO - 5

In vacanza con la mia compagna di viaggio: la Fibromialgia!

Non voglio rinunciare alla mia vita; se è giusto che debba lavorare, in quanto per lo Stato non sono una persona invalida, a maggior ragione non voglio, quando ho la possibilità, rinunciare alle vacanze!

Così abbiamo deciso, con mio marito, per questa ennesima crociera. La scelta è andata x un itinerario "semplice" che ci permette di scendere, là dove arriviamo nei porti, in libertà, avendo a disposizione tutto il giorno.

I giorni precedenti la partenza sono, comunque, fonte di stanchezza, ansia e soprattutto stress, per me.

Dover pensare alle valigie, e lasciare tutto in ordine in casa, in quanto Luca, mio figlio, rimarrà x la prima volta da solo, occupa tutto il mio tempo con le mie energie.

Sembra tutto a posto, ma evidentemente la mia carica di tensione è al colmo, senza che me ne renda conto.

Finalmente si parte!!! Il viaggio tra risate, imprevisti, telefonate a casa, e chiacchiere piacevoli, trascorre e arriviamo a Savona!!!

È una giornata di sole, non c'è vento, e in breve tempo siamo a bordo della splendida Favolosa, pronti a vivere in pieno questo sogno!!!

Si fa già l'ora della cena: sono stanchissima, ma mi dico:" è l' ultimo sforzo per oggi!. Mangio qualcosa e poi via, a nanna a riposare".

Domani mi aspetta Marsiglia e devo fare da guida ai miei amici.

Così facciamo e dopo cena, a teatro per lo spettacolo. Un breve giro per i saloni e poi davvero a nanna!!!

Mentre ci prepariamo per andare a letto, sentiamo, distrattamente, il telegiornale che parla di 18 morti a Parigi, ma siamo così stanchi che spegniamo la tele e ci addormentiamo.

Tutto farebbe pensare al meglio, per questo iniziò crociera, ma nella notte, mi sveglio con un leggero dolore alla testa...

All'inizio penso che sia dovuto alla stanchezza, e all' aria condizionata. Paolo dorme, serenamente, vicino a me.

Il dolore purtroppo aumenta, ed io, per tamponare, prendo una supposta di analgesico. Non voglio prendere "robe" più pesanti, avendo già preso, alla sera, le medicine di sempre.

Il mio dolore, intanto, non ne vuole sapere di passare. Anzi aumenta ancora. Inizio ad avere nausea, dal dolore, e mi sembra di essere di nuovo nel vortice, che sempre più spesso mi attanaglia!!!

Sono rattristata per le notizie che arrivano dal telegiornale, ed evidentemente lo stress accumulato fa da contorno a questa esplosione di dolore!!!

La mia "compagna" vuol farmi capire che e' venuta anche lei, in vacanza con me. Ha fatto subito la voce grossa, per farsi ricordare, per non farmi dimenticare che Lei c'è, sempre, e non mi lascia!!!

La crociera è appena iniziata e vuoi per gli avvenimenti accaduti, vuoi per le mie sofferenze, non è certo nata sotto una buona stella!!!

Il dolore mi accompagnerà per ben tre giorni, in cui tra un antidolorifico e l'altro ho cercato di "vivere" comunque questa vacanza, accompagnata tra l'altro da bel tempo, con clima mite e mare calmo. Dopo due giorni ho dovuto però abdicare, e prendere un forte antidolorifico, per cercare di recuperare un po'. Amo la prima colazione, come pasto principale della giornata. Quando sono in crociera, poi, ne approfitto ancora di più, data l'abbondanza di cibo. Invece per ben tre giorni non ho potuto mangiare quasi nulla, in quanto il forte dolore mi dava persino la nausea.

Finalmente, come sempre, dopo ogni tempesta, torna il sole, ed e' arrivato anche per me!!!

Dal lunedì mi sono ripresa, e ho iniziato a vivere il mio sogno.

Ho camminato, riposandomi di tanto in tanto, ma ce l'ho fatta, e questa è una conquista, per me!!!

Ho vissuto, comunque, al di là dei primi giorni, una bella vacanza con amici cari, facendo sane risate, e staccando la spina da quella che è la realtà di tutti i giorni, e soprattutto, ho vissuto il "mio mare" che ancora una volta non mi ha deluso, regalandomi, ogni giorno, splendide aurore e altrettanti magnifici tramonti: proprio quello di cui avevo più bisogno. E come fare a non essere felice per tutto questo???

Fibromialgia? compagna? inquilina? niente e nessuno, potrà distruggere questa mia felicità dell'anima nell'assistere a questi spettacoli che la Natura ci regala!!!

Alla prossima...



COMMENTA LA STORIA

Per accedere a questa funzione è necessario essere registrati e superare la login